Saturday, September 16, 2006

questione di etichetta "made in USA"

L'etichetta "evangelici" la meno popolare tra i Cristiani d'America[ICN-News 16/09/06]

Solo una piccola percentuale degli Americani ama definirsi "evangelici", la maggior parte preferisce invece etichette come "Credenti nella Bibbia" e "Nati di nuovo". E' il risultato di quella che il Christian Post ha definito "l'indagine nazionale più approfondita sulla religione". L'11% degli Americani non ha alcuna affiliazione religiosa. I dati del sondaggio - analizzati da sociologi dell'Istituto per lo Studio della Religione alla Baylor University a Waco, Texas, e condotto dalla Gallup: da un elenco di 14 "etichette" fra cui, Credenti nelle Bibbia, Nati di nuovo, Cristiani delle Chiese Storiche [lett. Cristiani delle chiese principali], Liberali, Ricercatori, Fondamentalisti e Carismatici, solo il 15% degli intervistati usa il termine "evangelico" per definire la propria identità religiosa. C'è di più: di questi solo il 2% ritiene che il termine rappresenti la descrizione migliore della loro identità religiosa. Di gran lunga, la definizione più popolare adottata è "Credenti nella Bibbia" (47,2%). Nel Sud e nel Midwest gli Americani che preferiscono questo nome sono più del doppio di quanti si autodefiniscono "evangelici" (circa il 53% contro il 18%). "Nati di nuovo" è in auge invece tra Americani legati ai Protestanti di colore e Protestanti evangelici. Dall'indagine è emerso pure che le famiglie con un salario annuale che supera i 100.000 dollari sono due volte più propensi ad autodescriversi "liberali" rispetto a nuclei famigliari con un reddito annuale da 35.000 dollari in giù. [Fonte: The Christian Post]

1 comment:

Anonymous said...

caro fratello in cristo,
mi chiamo christian ee attualmente vivo a torino, ma per poco, infatti devo trasferirmi a pescara (a silvi per essere esatti)... Dio Ti benedica...