Friday, September 29, 2006

JONIANDFRIENDSITALIA NEWS LETTER 09/06 SPECIALE ALBANIA

shalom amici, ed eccola! la tanto attesa news letter di joni and friends italia con lo speciale albania (vedi il mio post del 29/06/06 "occhi per vedere") e' arrivata, buona lettura.


JONI AND FRIENDS ITALIA NOTIZIARIO SETTEMBRE 2006
SPECIALE ALBANIA
Resoconto della spedizione di Wheels for the World in Albania svoltasi dal 14 al 18 Giugno scorsi

Iniziò tutto nella mente di Gesina quando otto anni fa informò noi di Jaf Italia di avere acquistato un pollaio in Albania. Questo edificio, se di edificio si poteva parlare, sarebbe servito a costruire un centro di coglienza per ragazzi disabili, un rifugio per tutti coloro che in Albania non avevano speranza di ricevere cure ed istruzione. Lo avrebbe chiamato Dio ama l'Albania. Confesso di avere letto le pagine del suo progetto affondata nella poltrona con le sopracciglia alzate completamente sopraffatta dal dubbio. Questo perché non conoscevo ancora Gesina, la sua fede e il suo coraggio, il suo amore per il Signore e per il prossimo. Ma soprattutto non conoscevo la grandezza del nostro Dio, la Sua fedeltà e la Sua bontà. Gesina è una figlia di Dio particolare. E'alta meno di un metro e cinquanta eppure è un gigante nella fede e nel servizio. Il suo sorriso è sconfinato, i suoi occhi sono grandi e profondi, la sua voce è sicura e calma quando testimonia del Signore davanti alle persone siano poveri o ministri di governo, poliziotti o bambini. Dopo otto anni abbiamo potuto vedere con i nostri occhi che il Signore può trasformare un pollaio in una casa senza barriere architettoniche nella quale anche coloro che non possono camminare normalmente sono in grado di spostarsi da un posto all'altro, possono seguire dei programmi scolastici, fare fisioterapia e soprattutto ascoltare la parola di Dio. Tutti i nuovi ospiti del centro finiscono con l'accettare il Signore e per noi che ci siamo stati non è difficile capire il perché. Ero felice di tornare a Marikaj dopo tre anni. Sapevo che il fatto di portare delle carrozzine in Albania sarebbe stato solo un aspetto di un evento spirituale molto importante. Tutti i membri del team sono stati colpiti profondamente dallo spirito gioioso che si respira al centro di Marikaj nonostante la povertà e l'oggettiva mancanza di beni materiali. Nonostante l'acqua per lavarsi sia freddina, nonostante manchi spesso la corrente e d'inverno ci sia da battere i denti per il freddo c'è tanta voglia di stare allegri e di cantare insieme, di ringraziare Dio per la Sua bontà! Pensavamo di andare in Albania a portare qualche cosa ma siamo stati colmati di “cose spirituali” da portare a casa.
DISTRIBUZIONE
La distribuzione di carrozzine non è stata priva di difficoltà perché il bisogno in Albania è davvero grande e la nostra disponibilità di sedie era limitata. Alcune di queste erano nuove e bellissime mentre altre erano visibilmente restaurate, non sempre le misure erano adatte alla persona, ma nonostante questo il Signore ha compiuto dei miracoli! Per esempio una sedia rimasta per mesi nel mio garage è stata riparata da Ambrogio alcuni giorni prima della spedizione ed ha portato un'immensa gioia ad un bambino con paralisi cerebrale che non riusciva a credere di avere una carrozzina così bella! Un signore con doppia amputazione delle gambe è venuto al centro in groppa ad un asinello. Avevamo giusto una bella carrozzina ma priva di poggiapiedi che a lui andava benissimo. Ha caricato la sedia sull'asino ed è tornato a casa soddisfatto. C'era una carrozzina con dei pedali molto corti e saldati in modo strano, mi chiedevo se sarebbe stata mai utile a qualcuno. Invece è arrivato un signore con le gambe della misura perfettamente giusta! Siamo andati a consegnare delle sedie a rotelle in un villaggio fra le montagne dove si arriva soltanto a piedi. In questo luogo una madre aveva due figli ed una sorella disabili ed era davvero felice di ricevere tre carrozzine in una volta! Certo non posso elencare tutte le sedie che abbiamo distribuito ma dico soltanto che tutti gli sforzi per la raccolta e la riparazione sono serviti a fare contente molte persone disabili. Siamo conviti che il lavoro di raccolta deve continuare con impegno perché in Albania la gente che ha bisogno di ausili è Davvero molta.
NUOTO
Al centro di Marikaj c'è una bella piscina di acqua salata, intorno alla quale sono stati installati i pannelli solari che provvedono a parte dell'approvvigionamento di energia della struttura. Renzo Zorzi ogni giorno ha fatto lezione di nuoto ai ragazzi del centro. Alcuni di loro non erano mai entrati in acqua, ma con il nostro aiuto hanno vinto la paura e si sono divertiti moltissimo.
CONCERTO
Un evento importantissimo del nostro viaggio in Albania è stato il concerto evangelistico durante il quale si sono esibiti i ragazzi del centro con canti, danze, poesie intervallando le canzoni di Renzo Zorzi che ha cantato alcuni brani del suo repertorio evangelistico. Il fatto che il concerto sia stato fatto in piazza sotto il minareto della moschea ha reso l'atmosfera quasi irreale. Cantare inni che lodano Gesù in un paese di musulmani ha qualcosa di eccezionale…”Il nome di Dio è una fortezza” sono le parole che echeggiavano nell'aria per centinaia di metri e tutti hanno potuto sentirle!
NECESSITA'
In questi pochi giorni trascorsi a Marikaj ognuno di noi si è reso conto che i bisogni del centro per disabili di Marikaj sono enormi. La struttura esiste ma deve essere migliorata. I ragazzi potrebbero mangiare meglio. Le carrozzine a loro disposizione sono vecchie, mancano ausili per i problemi urinari. Non ci sono maniglie speciali nei bagni e durante l'inverno si gela dal freddo!!! Inoltre un problema è dato dal fatto che il centro spesso non ha i soldi per pagare gli stipendi agli operatori, ai fisioterapisti ed agli insegnanti. Bisogna essere degli angeli per continuare a lavorare con dedizione in queste condizioni. Eppure questi angeli lo fanno! Gesina ha generato un bel centro ed ora qualcuno deve provvedere al suo nutrimento. Al centro mancano entrate regolari su cui contare ogni mese. Speriamo che il Signore metta nel cuore a numerosi credenti di impegnarsi a dare regolarmente, perché è meglio avere tante offerte di pochi euro fatte con regolarità piuttosto di grandi somme donate ogni tanto.
TESTIMONIANZE
"Innanzitutto come italiano chiedo scusa al popolo albanese per i miei pregiudizi e ringrazio loro per l’ospitalita’ mostratami ma soprattutto ringrazio i ragazzi del centro per la loro simpatia per il coraggio e le emozioni che mi hanno fatto provare. Partito con qualche problemino (ma questo e’ il bello di ogni missione) ero comunque certo che sarebbe stata una benedizione per me, per i fratelli, per i ragazzi del centro e per l’Albania. perche’ Dio e’ fedele e in Cristo c’e’ vittoria. Cosi’ ero e sono più che mai convinto che questi pochi giorni nel centro Dio ama l’Albania siano stati un punto di partenza per nuovi progetti da raggiungere insieme. Confidando nella volontà del Signore, prego che la loro speranza nel Signore gli dia più forza per superare ogni prova nel nome di Gesù . “Zoti e do Shquiperine” (Dio ama l’Albania)".
Davide
"È la prima volta che partecipo ad una campagna WHEELS FOR THE WORLD: è stata un’esperienza indimenticabile. Per due giorni (dal mattino alla sera) arrivavano al CENTRO DI MARIKAJ, da Tirana e da vari villaggi, persone disabili che avevano bisogno di una sedia a rotelle per potersi muovere liberamente. Non potrò dimenticare la gioia di un bambino di dieci anni quando ha ricevuto la sua sedia. È stato portato al Centro di Marikaj in braccio al papà e quando l’abbiamo aiutato a sedersi sulla sua sedia a rotelle era veramente felice di potersi spostare liberamente! Anche altri bambini e ragazzi hanno ricevuto una sedia specifica per la loro disabilità. Valdete (una ragazza che vive al Centro) Ha GRIDATO di GIOIA quando ha visto la sua sedia a rotelle nuova! Queste persone, oltre a ricevere la sedia, hanno ricevuto la Parola di DIO. Preghiamo per questi contatti perché possano sperimentare la nuova nascita e ricevano la Nuova Vita che solo il Signore Gesù può donare. I ragazzi disabili che vivono al Centro di Marikaj sono gioiosi e hanno sempre il desiderio di cantare lodi al Signore. È stata per loro una vera gioia conoscere Renzo (cantante cristiano), hanno potuto cantare insieme ed avere insieme una profonda comunione. Preghiamo per questi ragazzi, vivono in un ambiente molto semplice. Il Centro di Marikaj ha bisogno di tante cose: INSIEME potremo fare molto per migliorare la vita di questi ragazzi che vivono una situazione disagiata a causa della loro disabilità".
Franca
"È stata dura come al solito, perché la sofferenza che si incontra è tanta e non ci sono abbastanza risorse per fronteggiarla. Le persone che hanno collaborato con noi sono state meravigliose. I ragazzi del Centro sono sempre allegri anche se hanno così poco. Hanno sempre voglia di ridere e di cantare. Forse dovremmo imparare qualcosa da loro... "
Alessia
"Il Signore ha dimostrato la sua potenza all'inizio, quando sono stata fermata alla dogana albanese. Dieci ore di attesa con Françoise sono servite a Gesina per testimoniare del Signore a numerose persone. Infatti un poliziotto che cercava Gesina da 7 anni l'ha finalmente incontrata al commissariato mentre cercava di convincere i poliziotti a farmi passare. La figlia di quest'uomo è disabile ed ha bisogno di aiuto. Durante la campagna mi sono trovata benissimo, l'atmosfera è stata ottima, piena di amicizia e di calore. I ragazzi del centro sono stupendi, cantano e ballano, lodano il Signore. È stato edificante. Anche il concerto è andato benissimo. Gloria a Dio".
Tatyana
"È stata una accrescitiva e grandiosa esperienza spirituale che il Signore mi ha donato, ma anche (forse principalmente) pratica, materiale, facendomi vedere che Lui attraverso “Wheels for the World”, mostra come è grande il suo amore per l'umanità anche negli angoli più nascosti tra le montagne, dove “l'unico” modo per arrivare a portare una sedia a rotelle è stata quella di mettersela sulle spalle e camminare a piedi su sentieri dove solo capre e asini riescono a passarci. In ogni azione eseguita dalle persone che sono state portate dal Signore, attraverso l'associazione JAF e il centro “Zoti e do Shqiperine” ho potuto “toccare” in modo pratico come Lui attraverso il suo “GPS” (posizione precisa per ogni cosa alla persona giusta), ogni sedia a rotelle alla persona giusta nel posto giusto al momento giusto. Tutto questo Lui lo ha reso possibile anche attraverso il lungo lavoro eseguito da tutti i suoi “lavoratori” durante tutto l'anno (più o meno), sia in Italia che in Albania"
. Bernardo
Un grazie a tutti i partecipanti: Alessia, Giuseppe, Franca, Renzo, Davide, Bernardo, Francoise, Tatyana, Valerie da Joni and Friends Italia!
Per fare un’offerta per il Centro di Marikaj potete versare tramite CCP a Joni and Friends Italia specificando nella causale: “Centro Marikaj - Albania”, Grazie!
Dal 17 al 27 Ottobre Gesina Blaauw, fondatrice del centro, terrà una serie di incontri in Italia a Follonica (GR), Parma, Milano e Torino. Contattateci per i luoghi, le date e gli orari precisi.
JONI AND FRIENDS ITALIA Via Duino, 101 10127 TORINO TEL/FAX: 011 619.06.06 E-mail: info@jafitalia.org www.jafitalia.org Conto corrente postale n. 12880100

CLICCA QUI PER LEGGERE LE NEWS IN VERSIONE PDF: http://www.jafitalia.org/news.pdf

Se desideri contattare Gesina e i ragazzi del centro scrivi o chiama a: Fondacioni Zoti e do shquiperine Kutia postare 1435 PTT TIRANE-ALBANIATel. e fax +355692503894e-mail: zdsh@icc-al.org e-mail di Gesina: Gesina@planet.nl

1 comment:

Anonymous said...

mi hai comoso con il tuo blog,,,,mamma mia,,,