Friday, June 09, 2006

TATTOO

ORIGINE

Ci sono evidenze di tatuaggi in Egitto nel 2000 A.C.


Cosa pensare del tatuaggio?

Domanda di un Internauta : "Vorrei farmi un tatuaggio con un disegno cristiano. Che ne pensate?"
Ecco un testo biblico che parla del tatuaggio e chiaramente in maniera negativa:

"Non vi farete incisioni nella carne per un morto, né vi farete dei tatuaggi addosso. Io sono il Signore" (Lev. 19:28).

Ecco il commento riportato sulla Bibbia:
Letteralmente : scrittura per impazienza . Qui non è più un segno di tristezza ; si tratta dell’usanza dei tatuaggi che ancora esiste in Egitto, Arabia e in molti popoli “selvaggi”. Un membro del popolo di Dio deve rispettare il suo corpo e non alterarlo.
E’ perfettamente evidente che pratiche come tatuaggi, piercing, danneggiando l’integrità del corpo, provenienti da non cristiani e la maggior parte delle volte sono segno di rivolta contro l’ordine stabilito.
Mi sembra abbastanza evidente che un cristiano responsabile debba tenere le distanze da tali pratiche e non allinearsi al modello che ci fornisce una società anticristiana. Il fatto che il tatuaggio proposto nella domanda iniziale abbia una connotazione cristiana non cambia la questione.
Il termine tatuaggio ha origine dal tahitiano "TA-TU", che deriva lui stesso dall’espressione "TA-ATOUAS", composta da "TA" (disegno) e "ATOUAS" (spirito). In effetti, gli indigeni marcavano il loro corpo al fine di ottenere le grazie, la protezione ed il favore dal loro spirito, dal loro « angelo custode ».

… DA LIBRI A FAVORE DEL TATUAGGIO

Il tatuarsi è spesso un rito magico e la persona tatuata è rispettata come un sacerdote o uno sciamano (M. Delio “The Exotic Art of Skin Decoration”).

Nelle isole Fiji, Formosa e Nuova Zelanda ed in certe tribù indiane del Nord America tatuarsi era considerata una cerimonia religiosa ed era perciò praticata da sacerdoti e sacerdotesse (R. Scutt “Art, Sex and Symbol”).

Molte tribù praticavano il tatuaggio come pratica terapeutica. Gli Ojibwa, ad esempio, tatuavano le tempie, la fronte e le guance di coloro che soffrivano di mal di testa e mal di denti. Si pensava, infatti, che questi fossero causati da spiriti maligni. Canti e danze, che dovevano esorcizzare i demoni, accompagnavano le cerimonie (G. Steve “Tattoo History: A Source Book”).

Quando i disegni sono scelti con attenzione, i tatuaggi hanno un potere ed una magia particolare. Decorano il corpo ma allo stesso tempo valorizzano l’anima (M. Delio “The Exotic Art of Skin Decoration”).

Questi tatuaggi agiscono come talismani protettivi e conferiscono potenza a chi li indossa. Ci sono alcuni body artists che praticano tatuaggi rituali, piercing, marchi con ferri, tagli. Possono suggerirti di consultare la tua carta astrologica per scegliere il momento giusto per adornare il tuo corpo. (J. Miller “The Body Art Book: A Complete, Illustrated Guide to Tattoos, Piercing and Other Body Modification).

In una società che considera la nudità come sporca, indecente, sovversiva ed immorale non sorprende che la decorazione del corpo sia collocate nella stessa categoria (R. Scutt “Art, Sex and Symbol”).

I Greci ed i Romani non si abbandonavano a tatuaggi decorativi, che essi associavano ai barbari. I Greci , comunque, impararono le tecniche dai Persiani e le usarono per marchiare gli schiavi ed i criminali di modo che potessero essere identificati allorché avessero cercato di fuggire (G. Steve “Tattoo History: A Source Book”).


UN SEGNO DI SANGUE

La procedura del tatuaggio implica tagliare o bucare la carne con un ago affilato o uno strumento simile in modo da ottenere disegni. Il risultato è qualcosa che viene definito “blood-letting” (lasciar sanguinare). Il blood-letting ha origini occulte e demoniache dato che è considerato una fonte di potenza che viene rilasciata in modo sovrannaturale. Molte fonti storiche indicano la connessione di questa pratica con riti religiosi. Un’altra fonte indica “l’importanza di leccare il sangue che veniva rilasciato durante il tatuaggio”

1 Re 18:26-28
28 Così essi si misero a gridare più forte e a farsi incisioni con spade e lance secondo le loro usanze finché grondavano sangue.


IL CALICE DEL DIAVOLO

In tutto il corso della storia i tatuaggi portano il marchio del paganesimo, demonismo, dell’adorazione di Baal, dello sciamanismo, del misticismo, del cannibalismo e di ogni altra credenza pagana.

Satana è il principe di questo mondo ed il suo obiettivo è di ingannare molti cristiani, specialmente negli ultimi giorni.

Quando Cortez e i suoi conquistatori arrivarono sulle coste del Messico nel 1519, furono inorriditi nello scoprire che i nativi non solo adoravano divinità in forma di statue ed idoli ma avevano anche fatto in modo di imprimere alcune di queste immagini sulla loro pelle. Gli spagnoli, che non avevano mai sentito parlare di tatuaggi, la riconobbero come opera di satana.

1 Corinzi 10:21
Voi non potete bere il calice del Signore e il calice dei démoni,..

… DALLA BIBBIA

Giacomo 1:27
La religione pura e senza macchia davanti a Dio e Padre è questa: soccorrere gli orfani e le vedove nelle loro afflizioni e conservarsi puro dal mondo.


Giacomo 4:4
Adulteri e adultere, non sapete che l'amicizia del mondo è inimicizia contro Dio? Chi dunque vuole essere amico del mondo si rende nemico di Dio.


1 Tessalonicesi 5:22-23
22 Astenetevi da ogni apparenza di male. 23 Ora il Dio della pace vi santifichi egli stesso completamente; e l'intero vostro spirito, anima e corpo siano conservati irreprensibili per la venuta del Signor nostro Gesù Cristo.


Giovanni 14:15
Se mi amate, osservate i miei comandamenti.


1 Pietro 1:14-19
14 Come figli ubbidienti, non conformatevi alle concupiscenze del tempo passato, quando eravate nell'ignoranza, 15 ma come colui che vi ha chiamati è santo, voi pure siate santi in tutta la vostra condotta, 16 poiché sta scritto: «Siate santi, perché io sono santo». 17 E se invocate come Padre colui che senza favoritismi di persona giudica secondo l'opera di ciascuno, conducetevi con timore per tutto il tempo del vostro pellegrinaggio, 18 sapendo che non con cose corruttibili, come argento od oro, siete stati riscattati dal vostro vano modo di vivere tramandatovi dai padri, 19 ma col prezioso sangue di Cristo, come di Agnello senza difetto e senza macchia,


Colossesi 3:17
E qualunque cosa facciate, in parola o in opera, fate ogni cosa nel nome del Signore Gesù, rendendo grazie a Dio Padre per mezzo di lui.


2 Corinzi 6:17
Perciò «uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate nulla d'immondo, ed io vi accoglierò.



UN SEGNO DI RIBELLIONE??


“Noi crediamo che Gesù fu il primo ribelle. Lui è stato il primo punk rocker che è andato contro tutto”(Sonny, P.O.D.)





GESÙ NON FU UN RIBELLE. LA BIBBIA LO DICE CHIARAMENTE…

Filippesi 2:8
e, trovato nell'esteriore simile ad un uomo, abbassò se stesso, divenendo ubbidiente fino alla morte e alla morte di croce.

Luca 22:42-44
42 dicendo: «Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia volontà, ma la tua». 43 Allora gli apparve un angelo dal cielo per dargli forza. 44 Ed egli, essendo in agonia, pregava ancor più intensamente, e il suo sudore divennesimile a grumi di sangue che cadevano a terra.

Il Signore Gesù andò sì contro il mondo ed il sistema ma perché il mondo si era ribellato. Grazie a Dio Lui fu obbediente alla volontà del Padre. Il mondo, la carne ed il diavolo si ribellarono e si ribellano tuttora contro la Parola di Dio.


Nella Bibbia, la prima descrizione di un marchio distintivo si trova in Genesi (gen IV - 15): "et YHVH mise un segno su CAINO affinché chi lo incontrava non lo uccideva.

• tatuaggi
• piercieng
• agopuntura
• yoga
• cura con le pietre
• medicina ayurveda
• omeopatia
• fiori di bach
• oroscopo
nascono a pro di pratiche magiche e qui hanno la loro RADICE. Nelle piante, benché d’inverno sembrino morte e non portino frutto, la radice NON MUORE MAI.

Levitico 19:26
Non mangerete nulla che contenga sangue. Non praticherete alcun genere di divinazione o di magia.

Isaia 2:6
Poiché tu, o Eterno, hai abbandonato il tuo popolo, la casa di Giacobbe, perché sono pieni di pratiche orientali praticano la magia come i Filistei, stringono alleanze con i figli degli stranieri.

Deuteronomio 18:10-12
10 Non si trovi in mezzo a te chi faccia passare il proprio figlio o la propria figlia per il fuoco, né chi pratichi la divinazione, né indovino, né chi interpreta presagi, né chi pratica la magia, 11 né chi usa incantesimi, né un medium che consulta spiriti, né uno stregone, né chi evoca i morti, 12 perché tutti quelli che fanno queste cose sono in abominio all'Eterno; e a motivo di queste abominazioni, l'Eterno, il tuo DIO, sta per scacciarli davanti a te.

Galati 5:19-20
19 Ora le opere della carne sono manifeste, e sono: fornicazione, impurità, dissolutezza, 20 idolatria, stregoneria, inimicizie, discordia, gelosia, ire, contese, divisioni, sette.

Niente di ciò che ha avuto origine da magia, che nasce per onorare spiriti, sebbene col tempo sia divenuto pratica comune ed abbia perso il senso magico, non deve avere nulla a che fare con il mio corpo e con i cristiani in genere.
Non dimenticare la radice di questa pianta e la radice non muore mai, altrimenti muore per prima la pianta.

Se quanto sopra descritto non è valido perché derivante dall’Antico Testamento e non riportato nel Nuovo, allora perché Paolo scrive in 2 Timoteo 3:16-17

16 Tutta la Scrittura è divinamente ispirata e utile a insegnare, a convincere, a correggere e a istruire nella giustizia, 17 affinché l'uomo di Dio sia completo, pienamente fornito per ogni buona opera.

La Parola di Dio è stata PRONUNCIATA da Dio, uscita dalla Sua bocca come un alito che porta Vita. La Parola di Dio, TUTTA la Parola di Dio è VIVENTE.

Se dico che quanto scritto nell’Antico Testamento non è più valido, dico che quanto Dio stesso ha pronunciato quando ha “dettato” i libri che lo compongono non è più Valido. Gli sto dicendo: “Signore, quello che hai detto non è valido”. Gli stai dando del bugiardo.

Siate SANTI (separati) come io sono Santo.

Siate nel mondo ma non del mondo.

1 comment:

Tatuaggi nella Bibbia said...

BS"D
In effetti i tatuaggi sono vietati dalla Bibbia. È vietato incidersi la carne e lasciarci una traccia indelebile.